Norme di Preparazione

Veicoli e piloti

I veicoli dei partecipanti devono essere in regola con il codice della strada. Lo stato dei mezzi deve essere buono, per non incorrere in problemi durante i tour. I piloti dovranno essere in possesso di tutti i documenti necessari per la guida del mezzo in loro dotazione, e tutti i partecipanti dovranno essere muniti di abbigliamento sportivo adeguato alla guida in fuoristrada.

Attenzione

Ogni pilota è responsabile dei danni che può causare ad altri o a sé stesso. L’Organizzazione si riserva il diritto di estromettere dal tour e senza alcun rimborso i partecipanti il cui comportamento fosse ritenuto pericoloso o dovesse nuocere al regolare svolgimento dei tour. L’Organizzazione NON è responsabile di eventuali incidenti che dovessero accadere durante lo svolgimento dei tour.

Assistenza

L’Organizzazione mette a disposizione l’attrezzatura necessaria alla piccola ed ordinaria manutenzione dei veicoli dei soci partecipanti all'evento. Riguardo alla gestione di grossi problemi tecnici, verrà offerto supporto per individuare la possibile soluzione e per superare le difficoltà che dovessero presentarsi.

 

Controlli prima della partenza

La pratica del fuoristrada stressa sempre la meccanica ed il veicolo. Per uscite brevi di un fine settimana fare un piccolo controllo di routine, livelli liquidi, gomme (pressione, usura ed eventuali tagli sulle spalle).

Prima di mettersi in viaggio per un'avventura in Africa o per un lungo tour in fuoristrada è meglio effettuare alcuni semplici ma indispensabili controlli:

  • Motore: sostituire olio motore, filtro olio, filtro aria, filtro gasolio, candele (se motore a benzina) e controllare frizione e cinghia di distribuzione.
  • Gomme e cerchi: devono essere in buono stato e procurarsi delle valvole di scorta.
  • Trasmissione: le crociere non devono avere gioco e controllare i cuscinetti delle ruote.
  • Telaio: controllare la bulloneria, per i portapacchi controllare la base di appoggio.
  • Serbatoio: per tappe di circa 400 km basta una capienza 80/90 lt mentre per i raid più impegnativi necessitano le taniche in metallo o un serbatoio supplementare.

Carico

Nelle operazioni di carico bisogna ricordarsi di:

  • distribuire uniformemente il carico;
  • posizionare i colli più pesanti in basso;
  • legare il carico con cinghie, per gli oggetti pesanti è meglio usare quelle a cricchetto;
  • se si ha spazio, utilizzare casse in alluminio o plastica;
  • non esagerare con le cibarie, di norma si porta il doppio del necessario;
  • non sistemare la ruota di scorta in modo da dover tirare fuori tutto in caso di foratura;
  • tenera a portata di mano oggetti di uso frequente;
  • ricordarsi l'apposita chiave se si montano bulloni antifurto;

 

Cosa portare

E' estremamente necessario pianificare a tavolino cosa portare per non riempire il fuoristrada di cose inutili e magari dimenticarsi quello che più ci serve:

 

  • Ricambi: filtri, cinghie motore, candele, olio motore, due o più ruote di scorta.
  • Gomme di scorta: set per riparazione tubeless, manometro e compressore.
  • Grilli da 4,75 ton e strop da almeno 3 ton
  • Abbigliamento: sportivo, in linea con il posto per il quale si parte (deserto o islanda ad esempio), importante avere sempre abbigliamento a strati, almeno un capo pesante ed uno impermeabile. Almeno un paio di scarpe di ricambio, meglio se scarponcini tecnici.
  • Attrezzatura campeggio: coltello multi uso, set posate, bicchiere, borraccia, torcia frontale, sacco a pelo, tenda, materassino, fornello. Se possibile è meglio avere piatti riciclabili in alluminio o plastica dura.
  • Doppie chiavi del fuoristrada da consegnare al navigatore o ad un altro partecipante.
  • Documenti: libretto e carta proprietà, carta verde assicurazione, patente, passaporto, delega notarile se il pilota è diverso dal proprietario del 4x4.
  • Farmaci:in base alla propria tolleranza ed abitudine portare un antidolorifico (tipo Voltaren), un antipiretico (tipo Tachipirina), un collirio, un prodotto per il mal di mare in caso di traghetto (Xamamina o altro). Ricordarsi farmaci personali se necessari e se si viaggia da soli comunicare al capogruppo eventuali problematiche come asma, diabete o altro, segnalando la procedura da seguire ed il luogo in cui si tengono i farmaci.